*in basso, in allegato, potete trovare il documento originale scaricabile in pdf
FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA
DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PARMA
CAMPIONATO DI ACCELERAZIONE SPRINT INTER-REGIONALE
PER SCOOTER, VESPE, LAMBRETTE
REGOLAMENTO GENERALE

PERCORSO

Può essere realizzato su aree provvisorie aventi una lunghezza totale di 300 metri dei quali 150
metri adibiti a spazio di gara cronometrato ed i rimanenti 150 metri quale zona di sicurezza per
la decelerazione e frenata.
Il percorso dovrà essere privo di ostacoli con transenne di protezione senza discontinuità ai due
lati del percorso.
Alla fine del percorso sarà previsto uno spazio per parcheggio piloti. Minimo due collaboratori
staff x direttive di rientro piloti.
La partenza e l’arrivo saranno contrassegnati da striscia bianca.
Alla partenza un collaboratore staff farà posizionare il pilota per il via con l’aiuto di un semaforo
con luce ARANCIO. All’accensione della luce VERDE il pilota avrà a disposizione 30 secondi per la
partenza. Il tempo di percorrenza sarà segnalato attraverso impianto di cronometraggio con
fotocellule poste a lato del percorso.
Terminati i 150 metri i piloti dovranno attendere in apposita area di sicurezza di essere
richiamati al via dal direttore di gara.
Lungo il percorso saranno posti estintori (minimo 6).
Dovrà essere presente un’autoambulanza con staff paramedico e un medico.
Sarà adibita un parco chiuso per eventuali verifiche tecniche.
Sarà prevista un’area per lo staff ed i cronometristi.

CLASSI PREVISTE PER CAMPIONATO 2009

S1- SCOOTER MAX 70 CC ARIA O LIQUIDO
S2- SCOOTER MAX 70 CC LIQUIDO RACING
S3-SCOOTER MAX 250 CC SOLO TEST. NO COMPETIZIONE
C3-VESPA MAX 135 CC DERIVATA DI SERIE NON LAMELLARE
C4-VESPA MAX 135 CC DERIVATA DI SERIE LAMELLARE
C5-VESPA MAX 150 CC PROTOTIPO
C7-VESPA LAMBRETTA MAX 250 CC - CATEGORIA OPEN

———————————————————————————————————————–

LICENZE

Sono ammessi i piloti muniti di tessera federale f.m.i. valida x l’anno in corso e licenza
promosport basic. E’ inoltre necessario un documento di riconoscimento valido. In caso non si
fosse in possesso della licenza non si potrà iscrivere il pilota. I minori dovranno essere seguiti dai
genitori o dai delegati dalle famiglie purché maggiorenni. Per informazioni rivolgersi al
responsabile organizzatore del motoclub.

CIRCUITO

Lunghezza minima di Mt300.
Mt50 circa x zona partenza, Mt150 percorso di gara, Mt100 x frenata.
Larghezza minima MT4 con transenne protettive x tutto il percorso ( chiuso ai non addetti ai
lavori).
Il pubblico dovrà essere ad una distanza di sicurezza minima di Mt6 dal centro del circuito
Dovranno essere posizionati 6 estintori, di cui: 2 alla partenza, 2 a metà percorso e 2 all’arrivo.
Il personale medico dovrà essere presente all’interno del percorso. In caso di mancata presenza
di non si potrà svolgere la gara.
Per poter operare al interno del circuito il Personale staff dovrà essere munito di tessera
federale F.M.I valida per l’anno in corso. Sono esenti i cronometristi e il personale all’esterno del
circuito addetto all’ordine.

SVOLGIMENTO GARA

Prima di scaricare i propri mezzi, i piloti dovranno aver effettuato l’iscrizione.
Per i minori leggere paragrafo LICENZE.
Quota iscrizione da euro 30,00 a euro 35,00 a discrezione del motoclub organizzatore.
Inizio prove libere alle ore 09:30 (in caso di maltempo si potrà anticipare la partenza della gara
sospendendo le prove libere). Fine prove libere alle ore 11:30.
Partenza gara ore 13.00 circa a discrezione del commissario di gara. La gara sarà finita dopo che
tutte le categorie avranno effettuato 4 partenze.
In caso di maltempo e sospensione della gara il motoclub organizzatore non potrà essere ritenuto
responsabile ma potrà rimandare la gara a data da definirsi.
I piloti dovranno presentarsi alla partenza con abbigliamento adeguato: tuta intera (o divisibile)
in pelle oppure cordura da motociclista, casco integrale con visiera omologato, guanti e stivali
da moto in pelle o cordura. Tutto quel che non é menzionato non potrà essere accettato pena la
squalifica.
I mezzi dovranno essere conformi al regolamento. Se così non fosse, non potranno essere
ammessi alla gara.
Fine gara: premiazione del 1°, 2° e 3° miglior tempo per categoria. In caso di ex-aequo si terrà
valido il secondo miglior tempo e così via fino al quarto.

VERIFICHE

Le verifiche potranno essere fatte in qualsiasi momento nel parco chiuso da un addetto.
In caso di rifiuto, squalifica immediata dal campionato.
Il Peso minimo del mezzo + pilota in tenuta da gara è di kg145, ed è obbligatorio per le categorie
c3, c4 e c5.
Se non si rispetta il peso minimo non si potrà partecipare alla partenza della prima sessione. Si
da comunque la possibilità di rimediare e partecipare alla seconda sessione.
Il peso minimo nelle categorie s1 s2 è di kg150 e segue la regola sopra indicata.
Per tutte le altre verifiche divise per categorie si potrà arrivare alla sospensione della licenza
valutando la gravità del caso con il giudice di gara.
La verifica di un mezzo potrà essere richiesta dai piloti. Se ci fosse un sospetto legittimo in caso
di ragione si agirà di conseguenza. In caso di torto si verserà una quota di euro 100,00 di cui
50,00 andranno al pilota verificato e 50,00 al verificatore.
REGOLA TASSATIVA: CHI FARA’ USO DI CARBURANTI AL DI SOPRA DEI 100 OTTANI VERRA’
SQUALIFICATO X TUTTO IL CAMPIONATO E PROVEDERA ALLE SPESE DI VERIFICA.
Categorie soggette a controllo carburante: c3, c4 e c5
ABBIGLIAMENTO
Tutta intera o divisibile in pelle o tessuto antistrappo (cordura) per uso motociclistico.
Casco integrale con visiera omologato.
Guanti e stivaletti in pelle o tessuto antistrappo per uso motociclistico.
Abbigliamento sopra descritto obbligatorio per tutte le categorie.
AGGIORNAMENTI
E vietato l’uso di carburanti speciali per le categorie c3 c4 c5.E’ obbligatorio l’utilizzo di benzine
da distributore con al max 100 OTTANI.
Divieto di utilizzare centraline mappabili e rotori interni nella categoria c3
Divieto di modifica corsa e lunghezza biella, per le categorie c3 e c4
(corsa massima=51,00 mm; lunghezza massima biella=97,00 mm)
Per poter alleggerire il mezzo si consente di sostituire lo scudo anteriore e la carena posteriore
con materiali leggeri (resina, carbonio, alluminio) mantenendo la linea originale. Non si può
modificare la struttura portante.

CATEGORIE VESPA 2009

C3 VESPA DERIVATA DI SERIE NON LAMELLARE MAX 135 CC

CARTER: Originali vespa con valvola. Non è ammessa la barenatura del carter pompa. Non sono
ammesse saldature e riporti di nessun materiale tranne dal lato travasi dx e sx.
CILINDRI: Ghisa o alluminio aspirati al carter in commercio e nati x vespa con scarico
tradizionale (no traversino e booster). Sono vietati riporti di saldatura di qualsiasi materiale.
Il pistone dev’essere quello abbinato dalla casa produttrice al kit usato.
La TESTA, la MARMITTA, il CARBURATORE, ed il COLLETTORE sono LIBERI
ALBERO: nato per vespa a valvola.
ACCENSIONE: nata per vespa, con volano esterno e in commercio.
E’ OBBLIGATORIO:
- mantenere il cambio a polso
- montare una chiave di sicurezza a strappo
- avere entrambi i freni e le gomme efficienti
- l’uso di carter protezione volano in metallo e ben fissato
- mantenere gli attacchi motore come in origine
- montare una forcella vespa abbinata al telaio usato
- montare carter vespa abbinati al telaio utilizzato (telaio small su carter small, telaio large su carter large)
- marmitta ben fissata
- mantenere la linea originale del telaio asportando lo scudo al massimo come vespa 90 ss.
- mantenere l’interasse originale
- assetto libero non rigido
Divieto di utilizzare il carrello antiribaltamento.

C4 VESPA DERIVATA DI SERIE LAMELLARE MAX 135 CC

Cilindrata massima 135cc (solo per modelli vespa con carter PX è ammessa una cilindrata
massima di 180cc)
Per derivata di serie c4 si intende preparata con gruppi termici lamellari nati per vespa reperibili
in commercio e non in versione limitata.
È consentito:
- correre con qualsiasi modello di vespa purché il motore sia abbinato al telaio.
- l’uso di alberi nati per vespa con spalle maggiorate purché corsa max 51mm e biella lunghezza
max 97mm reperibili sul mercato.
È consentita la barenatura del carter pompa
E’ consentito saldare solo lato travaso, chiusura aspirazione carter, e piano d’appoggio cilindro.
E’ OBBLIGATORIO: tutto già menzionato in c3

C5 VESPA PROTOTIPO MAX 150cc

Cilindrata massima 150cc
Cilindro, marmitta, ed albero liberi.
Non si può sostituire il carter pompa asportando l’originale. Lo si può modificare mantenendo in
circonferenza il materiale originale; si può sbancare dal lato volano e chiudere con tampone o
usare flange per aumentare il volume per l’innesto del albero. Saldature libere.
E OBLIGATORIO: TUTTO MENZIONATO IN C3

C7 VESPA OPEN E LAMBRETTA

Cilindrata massima 250cc
E’ fatto obbligo di utilizzare carter vespa o lambretta
E’ ammessa la sostituzione dei carter pompa
E’ consentito l’uso del carrello antiribaltamento
E’ consentita la modifica dell’interasse
E’ consentito l’uso di benzine speciali
E’ obbligatorio copri volano in lamiera ben fissato
Gomme e freni in ottime condizioni
Assetto libero non rigido nell’anteriore
Chiave di sicurezza a strappo
E tutte le parti esterne al telaio ben fissate
NB: IL CARBURANTE VA DICHIARATO AL CORDINATORE PRIMA DELL’ISCRIZIONE PER MOTIVI DI
SICUREZZA.

———————————————————————————————————————–

REGOLAMENTO SCOOTER 70CC S1

Cilindri fino 70cc: tutti i ghisa e alluminio solo con booster o scarico tradizionale
SENZA TRAVERSINO,malossi replica, motorforce, parmakit , pinasco, NO POLINI EVOLUTION.
I cilindri devono essere concepiti x lo scooter utilizzato.
TESTA: rigorosamente di serie e abbinata al cilindro che si utilizza.
CARBURATORE: diametro massimo 21mm, non sono ammesse lavorazioni e carburatori di tipo
team.
ACCENSIONE:originale con centraline libere,da scooter,reperibile in commercio,no accensioni
con alimentazione esterna.
TELAIO:di serie con tutte le carene montate,lunghezza interasse e cerchi di serie manubrio
libero
Nato per scooter, non sono ammesse modifiche alle geometrie e alle misure del telaio di nessun
genere.
TELAIETTO MOTORE: può essere sostituito purché la lunghezza totale del veicolo resti quella di
serie.
AMMORTIZZATORI: devono essere funzionante.
PNEUMATICI: devono essere reperibili sul mercato e con omologazione stradale e in ottima
efficienza .
PESO MINIMO:scooter più pilota minimo 150 kg.
POMPA ACQUA: no esterna a batteria, solo quella originale dello scooter.
CARTER MOTORE:non sono ammessi riporti e saldature di materiale di ogni genere pacchi
lamellari diversi da quelli in serie per forma e dimensione, è ammesso la sostituzione delle
lamelle il motore deve essere quello dello scooter utilizzato e della stessa lunghezza.
FRENI:devono essere entrambi funzionanti.
TRASMISSIONE:libera reperibile sul mercato.
PER LA SICUREZZA DI TUTTI, LO SCOOTER A RILASCIO DEL GAS DEVE SPEGNERSI IMMEDIATAMENTE
DA SOLO SENZA CHIAVE E DEVE ESSERE PROVVISTO DI BILANCERI AL MANUBRIO, NON è AMMESSO
QUALUNQUE TIPO DI SOVRA ALIMENTAZIONE (TIPO NOS).
È OBBLIGATORIA PER TUTTI I PARTECIPANTI LA TUTA INTERA E I GUANTI DA MOTO IN PELLE O IN
GORATEX, CASCO INTEGRALE NON DA CROSS.
È OBBLIGATORIA LA CHIAVE DI SPEGNIMENTO A STRAPPO .

CATEGORIA S2

CILINDRATA: cilindrata massima 70cc , ottenibile con cilindri da scooter reperibili in commercio e
costruiti per il mezzo che si utilizza.
CERCHI: della misura di quelli di serie dello scooter utilizzato omologati.
CARTER MOTORE:dello scooter utilizzato a correre e della stessa lunghezza non è ammesso
nessun tipo di saldatura all’esterno del carter, è consentito il riporto di materiale all’interno,in
caso di foratura nella lavorazione.
PESO MINIMO: scooter + pilota minimo 150kg.
SPEGNIMENTO: uguale a S1 con chiave di sicurezza strappo.
CILINDRI:tutti i cilindri nati per scooter, è vietato qualunque riporto di materiale o saldatura sul
cilindro.
CARENE: anteriore, posteriore e scudo interno obbligatori
AMMORTIZZATORI: entrambi funzionanti.
PNEUMATICI: con omologazione stradale o da pista
FRENI : entrambi funzionanti.
TELAIETTO MOTORE:può essere sostituito purché la lunghezza totale resti quella di serie.
TELAIO:non sono ammesse modifiche alle geometrie e misure del telaio di nessun genere.
I COMPONENTI DEL MOTORE COME: GRUPPO TERMICO, TRASMISSIONE, ALBERO MOTORE, DEVONO
ESSERE REPERIBILI SUL MERCATO NON è AMMESSO NESSUN TIPO DI SOVRA ALIMENTAZIONE (NOS), è
OBBLIGATORIO PER TUTTI I PARTECIPANTI LA TUTA INTERA E I GUANTI DA MOTO IN PELLE O
GORATEX , CASCO INTEGRALE NON DA CROSS.
CATEGORIA S3
POTRANNO PARTECIPARE TUTTI GLI SCOOTER FINO A 250cc SOLO PER TEST, NON VERRANNO MESSI
IN CLASSIFICA.

Allego il documento ufficiale in formato .pdf: Regolamento Accelerazione Parma 2009



__________________________________________________________